Videogiochi / Fallout 3

Fallout 3

A cura di Ananik 95

Fallout 3 è il terzo capitolo dell’omonima saga di videogiochi di ruolo. Sviluppato dalla Bethesda Softworks, è ambientato in America e più precisamente nell’area attorno a D.C., nel 2277.
In questo straordinario videogioco potrai guidare il tuo personaggio per tutta la vita, fin dalla nascita, che avverrà nel Vault 101, uno dei rifugi sotterranei costruiti dalla Vault-Tec poco prima dell’Apocalisse Atomica che ha sconvolto il mondo intero nel 2077. La vita all’interno del Vault è condannata ad essere monotona e sempre uguale a sé stessa per sempre, perché “è qui che sei nato ed è qui che morirai”. Ma quando, all’età di diciotto anni, tuo padre fuggirà dal Vault senza darti spiegazioni, la tua vita cambierà per sempre: ricercato dagli altri abitanti del Vault, totalmente sconvolto dall’accaduto, sarai costretto a scappare a tua volta, entrando nella Zona Contaminata della Capitale. Sarà qui che comincerà la vera avventura: la Zona Contaminata è infatti un luogo spietato e inospitale, totalmente sconvolto dall’Apocalisse Atomica. Costretto ad affrontare mutanti terribili e Predatori, umani avidi e pronti a tutto, il tuo istinto di sopravvivenza sarà messo a dura prova e sarai costretto ad uccidere per salvarti. Ma, sulle orme di tuo padre, non troverai solo nemici ed esseri abominevoli: la Confraternita d’Acciaio, un ordine di uomini e donne guerrieri, lotta per riportare la pace e l’ordine nella Zona Contaminata e per proteggere quelle persone che non si sono arrese alle malvagità del mondo e che cercano di vivere onestamente e di riformare una società.
Alla continua ricerca di tuo padre tu, il giovane adolescente del Vault 101, sarai costretto ad affrontare incredibili sfide e porterai a termine grandi trionfi, destinati a cambiare per sempre il volto della Zona Contaminata.
In questo meraviglioso gioco di ruolo avrai modo di seguire il vostro personaggio in ogni momento della sua vita: dalla nascita (occasione in cui potrete scegliere il vostro aspetto da grandi), ai primi passi, al tuo primo fucile ad aria compressa fino ai tuoi diciotto anni, età in cui vostro padre fuggirà dal Vault e voi vi metterete alla sua ricerca. Naturalmente, all’inizio del gioco non avrete a disposizione molti equipaggiamenti ma, una volta usciti dal Vault, entrerete in contatto con decine di vesti ed armi diverse, ognuna con le sue particolarità: dalla piuttosto comune armatura Painspike indossata da un Predatore fino alle Armature Atomiche High-Tech della Confraternita, da una comune pistola calibro 32. fino ai fortissimi fucili al plasma dell’Enclave e al devastante Fat Man, che utilizza munizioni atomiche. Ci saranno poi armature e armi uniche che vi sconsiglio di cercare all’inizio ma che io, una volta finito il gioco in generale, ho trovato tutte. Vi basterà cercare un po’ in internet per trovarne l’ubicazione segnata.
Una cosa invece che potrebbe esservi utile fin da subito (ma sempre a vostra descrizione) è il completamento delle varie missioni secondarie: sono circa una quindicina e molte possono essere scovate abbastanza facilmente (i tre quarti delle volte parlando con una determinata persona) ma ce ne sono altre ancora che sono veramente “imbucate” e trovarle, senza una guida scovata in internet, credo proprio che sia praticamente impossibile. Vi consiglio di fare tutte le missioni secondarie perché, se vi concentrerete troppo sulla principale, rischierete di farvi prendere la mano e finire questo gioco stupendo ben prima di quanto vorreste. Inoltre, sia uccidendo i nemici che portando a termine le missioni acquisterete punti esperienza, che vi serviranno a passare di livello fino a un massimo di 20. Passando di livello potrete potenziare le vostre abilità di base, come armi da mischia o scasso, che vi servirà ad aprire porte e contenitori chiusi a chiave, e a prendere altre abilità extra molto potenti. D’altronde, a chi non piacerebbe, arrivato al livello 20, fare a pezzo quegli stramaledettissimi supermutanti con la devastante abilità “Scatto dell’Angelo della Morte”?
Nel videogioco avrete poi la massima libertà: in fondo potrete fare quello che volete, andare a zonzo per la Zona Contaminata o aiutare la Confraternita a ripulire D.C. dai supermutanti. Potrete anche decidere, tramite le vostre azioni, di essere buoni, neutrali o cattivi: siete dei supercriminali ancora peggiori dei Predatori o (come me ) un pilastro di giustizia in un mondo malvagio? Sta tutto a voi.
Insomma, Fallout 3 è un gioco completissimo, che consiglio vivamente a tutti gli amanti dei giochi di ruolo e degli sparatutto in generale. Sono sicuro che appena lo comincerete vi appassionerà immediatamente spingendovi a sperare con tutti voi stessi che finisca il più tardi possibile. E se proprio lo finite… Beh… Vi dico solo questo: durante l’ultima missione, Riprendetelo!, fate un secondo salvataggio prima di entrare con la Sentinella Lyons all’interno del Jefferson Memorial. Se arrivate lì, infatti, significa che siete molto vicini alla fine e se, come me, desiderate completare nel vero senso della parola il gioco, trovando tutti gli oggetti unici e finendo tutte le missioni secondarie, allora dovrete fare questo secondo salvataggio:una volta dentro alla Sala Comando del Progetto Purezza non potrete più uscire… E… Diciamocelo… Non è una gran bella esperienza.
Una volta che avrete fatto tutto ciò, comunque, anche a un passo dalla fine dell’ultima missione, potrete acquistare le varie espansioni create dalla Bethesda per questo gioco, vi basta poter connettere la Playstation ad internet e avere modo di riempire il portafoglio del vostro utente (nel caso dell’Xbox invece le dovrete acquistare su CD). Le espansioni, che personalmente al momento sto finendo, sono 5: Broken Steel, Operation Anchorage, Point Lookout, The Pitt e Mothership Zeta, e ne parlerò più in dettaglio in recensioni a parte. Per ora vi basti sapere che sono sì piuttosto corte, ma che io trovo veramente molto divertenti con le loro peculiarità.
Il gioco è disponibile per PS3, Xbox 360 e PC e, essendo uscito un po’ di tempo fa, non dovrebbe costare più molto.
Insomma… Buon divertimento, che l’Acciaio sia con voi!

Share

Leave a Reply